Proposta di adozione delle "Misure di Conservazione per i siti Rete Natura 2000
al fine della designazione delle Zone Speciali di Conservazione"
(Articolo 4, comma 4, della Direttiva 92/43/CEE)
approvata con Delibera della Giunta Regionale n. 364 del 24/03/2016.

La Consultazione diretta Online si è conclusa il 26/04/2016
RINGRAZIAMO QUANTI HANNO ATTIVAMENTE PARTECIPATO!!!!


La consultazione intende raccogliere le opinioni / proposte dei soggetti del Tavolo di Partenariato PSR 2014-2020 relativamente alle Misure di Conservazione per Habitat (TITOLO V) e per Specie (TITOLO VI).
In particolare saranno oggetto di consultazione le Sezioni relative ai "Divieti" e agli "Obblighi".

COSA SONO LE MISURE DI CONSERVAZIONE?

Con il termine di Misure di Conservazione (MdC) si intende "un complesso di misure necessarie per mantenere o ripristinare gli habitat naturali e le popolazioni di specie di fauna e flora selvatiche in uno stato di conservazione soddisfacente finalizzate a garantire la coerenza della rete ecologica regionale".

CHE COSA SONO LE ZONE SPECIALI DI CONSERVAZIONE (ZSC)?

Sono aree che prendono le mosse dalla Direttiva Habitat (92/43/CEE), che è il principale strumento dell’Unione europea per la protezione della biodiversità e riguarda la conservazione degli habitat e della flora e della fauna selvatiche. Ogni Paese deve identificare le zone con le particolari valenze ambientali indicate nella Direttiva; queste aree sono definite dapprima come SIC (Siti di Importanza Comunitaria) e vengono poi designate come ZSC.
Le ZSC, insieme alle Zone di Protezione Speciale (ZPS) - istituite specificamente per la protezione degli uccelli - costituiscono Natura 2000, la rete ecologica per la conservazione della biodiversità europea che in Italia copre un'area pari al 21% del territorio nazionale.
Le ZSC sono istituite con decreto del ministro dell'Ambiente, d'intesa con la Regione interessata, che stabilisce le misure di conservazione, gli obblighi e i criteri di gestione.

I PERCHÉ DELLA CONSULTAZIONE ONLINE

Con DGR n.1761/15, la Regione del Veneto ha approvato per i siti di Rete Natura 2000 la procedura di adozione ed approvazione delle Misure di Conservazione (MdC) ai fini della designazione delle Zone Speciali di Conservazione (ZSC).
Si ricorda altresì che le Direttive europee, i decreti nazionali e le deliberazioni regionali in materia sottolineano l’assoluta necessità e obbligo di stabilire le Misure di Conservazione per i Siti di Natura 2000.
A tale scopo la Regione del Veneto, attraverso la Sezione Parchi Biodiversità Programmazione Silvopastorale e Tutela dei consumatori, ha avviato un articolato percorso nell’ambito del quale è prevista una consultazione online che – ispirandosi all’approccio partecipativo già utilizzato per la predisposizione del PSR 2014-2020 – intende coinvolgere attivamente gli attori economici e sociali che compongono il “Tavolo di partenariato” (DGR n.1383/13).
Obiettivo della consultazione online è pertanto quello di raccogliere le opinioni e le proposte degli operatori al fine di giungere entro il 31 maggio 2016 ad una condivisione partecipata delle Misure di Conservazione da inoltrare al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare per la definitiva designazione delle Zone Speciali di Conservazione.

COME PARTECIPARE ALLA CONSULTAZIONE

Ispirandosi all’approccio partecipativo già utilizzato per la predisposizione del PSR 2014-2020, la Regione del Veneto, coinvolge attivamente gli attori economici e sociali che compongono il “Tavolo di partenariato” che possono partecipare alla consultazione tramite password personale.
Tutti possono contribuire alla consultazione, individuando un Soggetto del Tavolo di Partenariato (DGR n.1383/2013) e inviandogli le proprie osservazioni in merito ai contenuti che sono oggetto di consultazione.

Le osservazioni presentate dai soggetti del tavolo di partenariato sono pubbliche e liberamente consultabili


Seleziona una delle seguenti zone:

ZONA
ALPINA
ZONA
CONTINENTALE